chiodi di garofano

I chiodi di garofano sono utilizzati tradizionalmente come coadiuvanti nella digestione, poiché la stimolano senza aumentare la produzione degli acidi gastrici. Sono molto utili in caso d’inappetenza, stimolano la circolazione, supportano le funzioni cardiovascolari. L'infuso di chiodi di garofano viene quindi utilizzato per attenuare la nausea, contrastare gli effetti dell'indigestione e i disturbi intestinali. Vengono anche utilizzati come antibatterico per il cavo orale e faringeo. Agiscono, inoltre, come antiossidanti, combattendo i danni causati dai radicali liberi nell’organismo. 
Nonostante il nome possa trarre in inganno, i chiodi di garofano sono chiamati così solo perché la spezia assume un aspetto che ricorda il garofano. In realtà questa droga, diffusissima in Oriente e arrivata in Occidente nel XVIII secolo, è il bocciolo essiccato della Eugenia caryophyllata, un albero sempreverde che appartiene alla famiglia delle Myrtaceae.